Fácil
Dificultad
2 horas
Duración
Necropoli di Tuvixeddu
Visita al aire libre

Il nostro speciale itinerario dedicato al nuragico prima di Tharros, ci permetterà di riflettere su uno dei temi più scottanti dell’archeologia sarda: l’interazione tra fenici e nuragici nel territorio del Sinis.
Il centro urbano di Tharros si affaccia sul golfo di Oristano e si trova nel territorio comunale di Cabras, immerso nel paesaggio della Penisola del Sinis. La storia millenaria di questo insediamento, infatti, incomincia proprio in età nuragica, quando, durante il Bronzo Medio avanzato (1500-1350 a.C.), fu fondato un villaggio sulla collina di Murru Mannu composto da più capanne e un piccolo nuraghe monotorre. Ad oggi, questo costituisce l’unico insediamento nuragico del Sinis di Cabras ad essere stato indagato in maniera stratigrafica. La sua vicinanza al mare ha permesso all’abitato di Murru Mannu di sviluppare in maniera precoce contatti con il Mediterraneo orientale, come testimoniato dal rinvenimento di ceramiche d’importazione micenea.
Quando tra il VIII-VII secolo a.C. le popolazioni fenicie approdarono lungo le coste della futura Tharros, il villaggio di Murru Mannu era già stato abbandonato da qualche secolo, ma di con tutta probabilità chi approdò non trovò un territorio totalmente disabitato. Tuttavia, ad oggi non sappiamo l’esatta ubicazione dell’abitato fenicio. Tharros è ancora oggetto di scavi, e speriamo che presto vengano alla luce testimonianze più precise sul rapporto tra le popolazioni nuragiche e quelle fenicie. Di questo e molto altro parleremo visitando il Museo di Cabras, che ospita importanti reperti nuragici e fenici rinvenuti nel Sinis, ed esploreremo il sito archeologico di Tharros da una prospettiva non convenzionale, approfondendo appunto il rapporto tra le antiche popolazioni nuragiche e quelle fenicie.

Obiettivi

In questa visita potremo:

  1. Ricostruire l’evoluzione degli insediamenti umani nel Sinis, in particolare durante l’età nuragica e fenicia.
  2. Visitare il Museo di Cabras, soffermandoci in particolare sui reperti e la distribuzione degli insediamenti nuragici nel territorio del Sinis.
  3. Riflettere sui materiali che testimoniano i contatti tra la cultura nuragica e quella fenicia.
  4. Visitare l’area archeologica di Tharros, soffermandoci sul colle di Murru Mannu che ancora ospita i resti di un antico sito nuragico, riutilizzato dalle popolazioni fenicie come tofet.

Luogo e orario d’incontro

La visita si svolgerà dalle 16:00 alle 19:00 di sabato 2 agosto. Il luogo di incontro è il Museo di Cabras. La visita al museo durerà circa un’ora.

In trenino e a piedi, a seconda della disponibilità

Ci sposteremo poi a San Giovanni di Sinis dove in trenino o a piedi, a seconda della disponibilità, raggiungeremo l’area archeologica di Tharros. Qui, dopo una panoramica dalla Torre spagnola di San Giovanni di Sinis, visiteremo il colle di Murru Mannu. La visita a Tharros durerà un’altra ora circa.

Itinerario

  1. Museo di Cabras
  2. San Giovanni di Sinis
  3. Torre spagnola di San Giovanni di Sinis
  4. Colle di Murru Mannu nell’area archeologica di Tharros

Costi

Per chi è già socio la visita avrà un costo di 5 €. I nuovi soci, o i soci che intendono rinnovare, pagheranno solo la tessera associativa 2019 al costo di 10 €. La tessera di Mare Calmo, valida per l’anno in corso, comprende l’assicurazione, le notizie e gli aggiornamenti via email e WhatsApp per la partecipazione a tutte le attività.

Per questo itinerario è previsto un biglietto d’accesso unico per il Museo + Torre + Tharros che ha un costo di 12,00 € oppure 9,00 € per gruppi di minimo 20 persone.

L’eventuale biglietto del trenino, disponibile con un minimo di 30 visitatori, si pagherà a parte (3,50€).

Prenotazione

Per partecipare all’evento è necessario compilare il modulo di prenotazione sul sito www.marecalmo.org, oppure inviare una mail all’indirizzo info@marecalmo.org, o ancora via sms/WhatsApp al numero (0039) 3407104957 indicando i partecipanti, i dati anagrafici (n° carta d’identità e codice fiscale) di ognuno e il recapito telefonico. ATTENZIONE: si prega di prenotare almeno 24 ore prima dell’inizio dell’attività: i posti sono limitati!

Indicazioni pratiche

È consigliato munirsi di abbigliamento adatto per brevi escursioni (tuta o jeans, scarpe per camminata, acqua, antizanzare, ecc.).