Sardinia Archeo Festival: dal 19 al 21 luglio a Cagliari la prima edizione

Sardinia Archeo Festival

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Siamo felici di invitarvi al primo “Sardinia Archeo Festival” che si terrà a Cagliari (Hostel Marina) da venerdì 19 a domenica 21 luglio 2019. Nato da un’idea dei nostri amici dell’Associazione Itzokor, organizzato in collaborazione con Radio Brada, il progetto è finanziato dalla Fondazione di Sardegna e punta a riflettere sul tema dell’archeologia come strumento per conoscere il passato ma soprattutto per indagare le dinamiche culturali, politiche e sociali del presente.

Nasce dalla volontà di creare uno spazio fisico e mentale destinato al ragionamento, allo scambio e all’incontro intorno ai macrotemi dell’archeologia e del Mediterraneo: sarà un’occasione per cercare di capire come questa grande distesa d’acqua sia stata e sia tuttora teatro di tante vite in movimento e di tanti approdi.

Mare Calmo darà con piacere il suo contributo per divulgare l’evento. Siete tutti invitati a partecipare, o in alternativa a seguire in rete l’interessante programmazione:

Venerdì 19

9:30 – 13:30

  • Proiezione del film Living amid the ruins, prodotto da The British Institute at Ankara per la regia di Işılay Gürsu
  • Massimo Casagrande: Dal vincolo all’identità culturale. La percezione dei Beni Culturali nella cultura moderna
  • Fabio Pinna: Percorsi partecipati di archeologia di comunità in Sardegna
  • Polo Museale
  • Coffee break
  • Videomessaggio di Daniele Bonacossi: La distruzione della memoria nella piana di Ninive fra archeologia e geopolitica
  • Antonio Corda: Ricerca e cooperazione nel settore dei beni culturali in Tunisia e nel Maghreb: le Università sarde e la Scuola Archeologica Italiana di Cartagine

15:30 – 19:30

  • Proiezione del documentario Efisio Pischedda. Memorie di un antiquario di Davide Borra – presenta Raimondo Zucca
  • Alfonso Stiglitz: “E ora come faremo senza barbari?” Noi, migranti viaggiatori del Mediterraneo (e oltre)
  • Coffee break
  • Cristoforo Gorno: Miti mediterranei: i viaggi degli dei e degli eroi
  • Sebastiana Nocco: Il Mediterraneo nella cartografia storica: uomini, culture e saperi in movimento
  • Carlo Beltrame: Le rotte del marmo antico tra ricerca e valorizzazione

21:00 – 23:00

Musica: Launeddas, Luigi Lai
AttraVERSO il MediTERRAneo, Massimiliano Murru percussioni, Arnaldo Pontis electronics, Roberto Belli electronics e voce
Presentazione del libro L’ultima mano di burraco. Quattro coinquilini e un’indagine (per non parlar del gatto) di e con Serena Venditto

 

Sabato 20

9:30 – 13:30

  • Massimo Cultraro: Mare inquieto: esploratori, avventurieri e mercanti nel Mediterraneo occidentale alla fine del II millennio a.C.
  • Carlo Tronchetti: Ossimoro Mediterraneo
  • Carla Perra: I risultati degli scavi al Nuraghe Sirai
  • Coffee break
  • Proiezione del corto Eravamo gente felice. Enotri di Flaviano Pizzardi e collegamento con Alessandro Vanzetti
  • Giulia Balzano e Cristina Ciccone (Museo dell’ossidiana di Pau): Sul filo dell’ossidiana. Rotte e relazioni di scambio: siamo ancora terre che dialogano?
  • Stefano Tedde: S’annegò nel mare e morì. Cronache di isolamenti e storie di fughe dall’isola-penitenziario (1875-1998)

15:30 – 19:30

  • Giampaolo Salice: Spazi alla frontiera tra storia e immaginario
  • Presentazione del libro Venne alla spiaggia un assassino di e con Elena Stancanelli
  • Marco Cadinu: La divisione dell’acqua nelle città e nei campi nelle tradizioni mediterranee medievali
  • Coffee break
  • Angela Simula: 18 gennaio 1606. Un naufragio a Porto Conte
  • Proiezione del film-documentario Sulle strade dell’acqua, regia di Massimo Gasole, con Marco Cadinu

21:00 – 23:00

Musica: Visto Partire, Gianfranco Maxia (launeddas), Max Messessi (chitarra), Matteo Pisanu (cajon e voce).
Francesca Mulas e Giulia Balzano

Domenica 21

9:30

visita guidata alla necropoli di Tuvixeddu con Giovanna Pietra

15:30 – 19:30

  • Marco Rendeli Spazi collettivi e incontro di genti: il Progetto Sant’Imbenia di Alghero
  • Pier Giorgio Spanu: A proposito di porti. Ricerche di archeologia subacquea e dei paesaggi costieri nelle città portuali della Sardegna, della Sicilia e dell’Africa
  • Michele Guirguis: Dal Mediterraneo all’Atlantico sulle vie dei tonni: i Fenici tra Oriente e Occidente e il loro impatto in Sardegna
  • Coffee break
  • Wissam Khalil: La missione archeologica libanese a Carloforte: esperienze e risultati
  • Milena Primavera: La cultura del cibo e le culture nel cibo: la cucina siciliana tra Arabi, Normanni e Svevi alla luce delle indagini archeobotaniche
  • Tatiana Cossu/Marco Giuman

21:00 – 23:00

Musica: Di trame e di corde, Gerardo Ferrara, Tonino Macis, Battista Dagnino, Raoul Moretti. Con la partecipazione di Giuseppe Casu e le immagini del film Il presagio del ragno

About Author

client-photo-1
Marco Esposito
Presidente di Mare Calmo. Mi occupo di marketing, comunicazione e cultura. La conoscenza è libertà, e io lavoro per questo.

Comments

Leave a Reply

*