Facile
Difficoltà
3 ore
Durata
Ponte romano
Visita all'aperto
Basilica di Santa Giusta, Chiesa di Santa Severa
Visita al chiuso

Visitare Santa Giusta in Provincia di Oristano e i suoi principali monumenti, ci permetterà di ricostruire la sua lunga storia, risultato dell’incontro di varie popolazioni nel corso dei secoli. Il paese sorge sul lato est della laguna di Santa Giusta, ricca di flora e fauna fin dall’antichità, il cui sapiente utilizzo è legato alle tipiche imbarcazioni dette “is fassois”. Già nel periodo nuragico (tra il XIV e il IX a.C.) è documentata la pratica della pesca e probabilmente dell’itticoltura. Dall’età fenicio-punica e poi romana attorno alla laguna si sviluppò poi una vera e propria città, Othoca fondata intorno alla fine dell’VIII a.C.. Durante il nostro trekking per le vie della città, costeggeremo lo stagno di Santa Giusta e ammireremo il paesaggio lagunare, parlando dei ritrovamenti subacquei che testimoniano le prime fasi di vita del centro abitato. Ci soffermeremo davanti ai resti del ponte romano, una delle più evidenti testimonianze dell’abitato in età romana, punto nodale tra le vie “a Turre Karales” (da Porto Torres a Cagliari) e “a Tibulas Sulcis” (da Santa Teresa di Gallura a Sulci-S. Antioco). Proseguiremo cronologicamente con il medioevo, quando la città divenne sede diocesana, forse già dal IX/X secolo. Eccezionalmente potremo visitare la Chiesa di Santa Severa, di impianto medievale, intorno alla quale sono emerse numerose tombe di età fenicio-punica e romana. Termineremo con la visita alla Basilica di Santa Giusta, grandioso esempio di stile romanico (XII secolo), e alla sua cripta, l’unica nel suo genere in tutta l’isola a essere interamente costruita in pietra. Al suo interno, dal 2004, sono conservate le reliquie delle Sante Giusta, Giustina e Enedina.

Obiettivi

In questa visita potremo:

  1. Ricostruire la storia dell’antica Othoca e il suo stretto rapporto con la laguna.
  2. Approfondire l’aspetto delle tradizioni e della pesca a Santa Giusta, documentata fin dall’antichità.
  3. Visitare i principali siti d’interesse archeologico e sacro del paese.

Luogo e orario d’incontro

La visita si svolgerà domenica 19 novembre dalle 10:00 alle 13:00. Il luogo di incontro è il parcheggio di piazza Othoca, accanto al Comune di Santa Giusta, Oristano (Coordinate: 39.8781, 8.60836). L’itinerario si svolgerà a piedi per una lunghezza complessiva di 3 km, e sarà di bassa difficoltà.

Itinerario

  1. Punto d’incontro (parcheggio di Piazza Othoca);
  2. Ponte romano;
  3. Chiesa di Santa Severa;
  4. Basilica di Santa Giusta.

Costo

Per i soci la visita sarà gratuita. I nuovi soci pagheranno solo il tesseramento a Mare Calmo (10€). La tessera di Mare Calmo, valida per 1 anno, da diritto a un’attività gratuita al mese. L’accesso alla Chiesa di Santa Severa, al ponte romano e alla Basilica di Santa Giusta è gratuito.

Prenotazione

Per partecipare all’evento è necessario compilare il modulo di prenotazione sul sito www.marecalmo.org, oppure inviare una mail all’indirizzo info@marecalmo.org, o ancora via sms al numero (0039) 3407104957 indicando il numero di partecipanti, i dati anagrafici (carta d’identità e codice fiscale) di ognuno e un recapito telefonico. Fate presto, i posti sono limitati!

Indicazioni pratiche

È consigliato munirsi di abbigliamento adatto per brevi escursioni (tuta o jeans, scarpe per camminata, ecc.).