Facile
Difficoltà
2 ore
Durata
Tempio, Tomba
Visita all'aperto

Stiamo programmando la prossima visita.
Vuoi suggerire una data? Hai bisogno di una guida? Contattaci!



Visitare Gonnosfanadiga, e in particolare i suoi siti nuragici, sarà un’esperienza di ricongiungimento con la nostra storia arcaica. Intorno al paese, situato nella Provincia del Medio Campidano, sorgono diversi resti archeologici di età nuragica di notevole interesse. Durante la nostra visita potremo ammirare la tomba dei giganti di San Cosimo e il tempio a megaron di Spadula. Grazie all’autorizzazione della Soprintendenza Archeologica, al Comune di Gonnosfanadiga e al proprietario del terreno in località Spadula vedremo due esempi di architettura nuragica funeraria e templare. Inizieremo con la visita alla splendida tomba dei giganti di San Cosimo, immersa in una vallata solcata dal fiume Terra Maiustus e protetta da colli granitici che conservano le tracce di numerosi insediamenti nuragici, nuraghi e protonuraghi, legati alla tomba che andremo a visitare. La tomba di San Cosimo, che ha dato il nome all’importante facies nuragica, oltre ad essere la terza più lunga in Sardegna, ha restituito reperti d’origine micenea.

Dopo ci dirigeremo verso la località di Spadula e visiteremo l’omonimo tempio a megaron, di pianta quadrata, suggestivo esempio di struttura templare recentemente riconosciuto come uno dei più significativi esemplari di tempio a megaron della Sardegna meridionale, che sorge a breve distanza da un deposito votivo d’età nuragica e da un tempio a pozzo. Ricostruiremo insieme il paesaggio antico, individuando degli indizi che ci portano a comprendere meglio quest’area, e descriverne l’originaria grandezza e complessità.

Per chi vorrà proseguiremo l’itinerario con una cena presso il ristorante “L’Ulivo” di Gonnosfanadiga, con un menù a km 0, che valorizza le materie prime locali.

Obiettivi

In questa visita potremo:

  1. Conoscere le caratteristiche strutture sepolcrali di età nuragica.
  2. Conoscere un esempio peculiare di struttura templare di età nuragica.
  3. Conoscere il territorio del comune di Gonnosfanadiga e il suo patrimonio archeologico.

Luogo e orario d’incontro

La visita si svolgerà dalle 18:00 alle 20:30. Il luogo di incontro è la tomba dei giganti di San Cosimo (coordinate: 39.502569, 8.657127). La visita alla tomba dei Giganti di San Cosimo durerà circa un’ora.

Proseguiremo con il tempio a megaron di Spadula (coordinate: 39.533333, 8.704722), la cui visita durerà un’ora circa.

Poi per chi vorrà ci sarà la cena presso il Ristorante L’Ulivo di Gonnosfanadiga (Via Guglielmo Marconi 1. Coordinate: 39.495534, 8.662813).

La cena avrà un costo di 15 euro e includerà:

  • risotto allo zafferano di San Gavino e provola affumicata;
  • arista al forno, salsa al vino rosso e patate saltate al rosmarino;
  • acqua, vino della casa e servizio incluso.

ATTENZIONE: È necessario dare conferma per la cena entro giovedì 29 giugno alle ore 12:00 inviando un sms al numero +39 3407104957.

Itinerario

  1. Tomba dei Giganti di San Cosimo di Gonnosfanadiga
  2. Tempio a megaron di Spadula

Costo

Per i soci il costo della visita è 10€. I nuovi soci pagheranno solo il tesseramento: 10€. Non è compreso il costo della cena (15 €). L’accesso ai due siti archeologici è gratuito.

Prenotazione

Per partecipare all’evento è necessario compilare il modulo di prenotazione sul sito www.marecalmo.org, oppure inviare una mail all’indirizzo info@marecalmo.org, o ancora via sms al numero 0039 3407104957 indicando il numero di partecipanti, i dati anagrafici (carta d’identità e codice fiscale) di ognuno e un recapito telefonico. I posti sono limitati!

Indicazioni pratiche

È consigliato munirsi di abbigliamento adatto per brevi escursioni (tuta o jeans, scarpe per camminata, ecc.).

Credits

Alcune foto sono state gentilmente concesse dalla S.P.A.I. associati.